La cravatta e il nodo semplice

Per fare il nodo alla cravatta spesso si necessita di qualche consiglio, perché non tutti sanno come procedere e non tutti conoscono i vari tipi di nodi possibili da effettuare. Tra quelli più conosciuti c’è certamente il nodo semplice alla cravatta, occorrerà abbottonare la camicia fino all’ultimo bottone ed alzare il colletto. Si posizionerà poi la cravatta intorno al collo e si farà l’incrocio della gamba sopra la gambetta La gamba dovrà essere ben più lunga della gambetta.

Si farà poi ruotare la gamba intorno alla gambetta eseguendo un giro completo, nel corso dell’operazione si noterà un nodo in formazione, dentro il quale si inserirà il dito indice. La gamba andrà ora a trovarsi dietro la gambetta.

Infine, si toglierà il dito dal nodo formato e si farà scivolare dentro la gamba. Nel corso dell’operazione si terrà ferma la gambetta. Verrà tirata in modo delicato verso il basso e si modellerà il nodo. Il nodo tradizionale è completato, e la gambetta sarà nascosta dalla gamba.

La cravatta riscuote molto successo non solo da parte degli uomini ma pure da parte delle donne, difatti, agli inizi del 19° secolo, il gentil sesso cominciò a portare la cravatta. Le pioniere del movimento femminista, quali George Sand, iniziano a vestirsi come gli uomini ed indossano la cravatta per poter finalmente rivendicare la loro emancipazione.

Anche prima di quell’epoca, la cravatta era già parte degli accessori di alcune dame dell’alta società. Questo non significava che si vestivano come uomini, ma si vestivano come una donna chic ed elegante.

Le donne che indossano la cravatta sono solite avere un fascino speciale: il contrasto scaturito dal carattere mascolino di tale accessorio va a sottolineare maggiormente la femminilità. Di fatti, la nota George Sand sedusse tanti amanti, non a caso.

Dall’anno 2006, in Giappone portare una cravatta per una donna vuol dire essere alla moda. Una recente novità lanciata dalle cantanti rock della generazione nuova, quali Anna Tsuchiya, l’omologa della canadese Avril Lavigne.

Inizialmente portare una cravatta rappresentava una moda limitata alle addette di tale innovativo look, denominato “Hime Rock”, ovvero Rock alla Principessa.

Oggi si diffonde fra tutte le giovani giapponesi, che sono sempre alla ricerca di uno stile molto all’avanguardia.

Per loro non vuol dire imitare gli uomini d’affari giapponesi, ma indossare una cravatta è soltanto un ulteriore altro modo per poter valorizzare la propria femminilità ed un innovativo accessorio per poter sedurre gli uomini.